Ogni farmacista cerca di trasmettere il proprio messaggio e la propria identità tramite la comunicazione interna ed esterna alla farmacia, i social ed anche grazie alle proprie shopping bag in quanto sempre più importanti e fondamentali per trasmettere emozioni e messaggi circa servizi offerti dallo store. Le shopping bag sono cartelloni pubblicitari che camminano e che saranno visibili da altri potenziali clienti anche a km di distanza e dopo diversi anni; per questo motivo la scelta della grafica deve essere studiata nel dettaglio al fine di essere riconoscibile.

La grafica, anche la più affascinante, rimarrà invisibile se nessuno vuole riutilizzare la shopping bag e pertanto il concetto stesso di pubblicità
in movimento sarebbe annullato; a proposito di comfort ad esempio le maniglie dovrebbero essere delicate sulle mani del cliente che la utilizza.
I materiali utilizzati per realizzare la shopping bag dovrebbero avere una struttura piacevole, ecologica, sensoriale per il cliente che la utilizza
ma anche per chi ammirandola riceve il messaggio della farmacia.

A differenza di un annuncio su carta stampata, di un cartellone ecc.., la shopping bag è un mezzo tridimensionale, mobile e duraturo nel tempo.
Questo fattore può essere una forza di progettazione, se i concetti di animazione sono incorporati nel disegno.
Ad esempio, avvolgere un disegno interamente intorno al sacchetto può essere una tecnica molto accattivante.
Il design funziona diversamente in movimento che su una superficie piana, perché il milieu della shopping bag è il suo
spostamento in una strada cittadina.

Ovviamente, la dimensione della borsa e la distanza in cui verrà vista dettano i dettagli per la dimensione della grafica.
Fonts molto piccoli e forme geometriche intricate possono essere difficili da vedere e, di conseguenza, perdere la loro efficacia comunicativa.
Infine, il modo in cui le shopping bag sono prodotte colloca diverse restrizioni al design. La cucitura o l’incollaggio richiesto, i risvolti interni o il fondo stesso del sacchetto possono anche nascondere sorprese di design, a condizione che il progettista sia consapevole delle considerazioni produttive e possa utilizzare questi spazi per comunicare.

busta-farmaciaProgetto FARMACIA DI MURIA
Ogni shopping bag è un essenziale complemento di shopping experience, e deve necessariamente tendere a farsi notare e ricordare.
Ed allora, che la passione esploda sapientemente su materiali e tecnologie per un design orientato al cliente!!
Ad ogni reparto il suo scrigno. Fra tradizione e innovazione, una Shopping Bag regalo, utilizzata in sostituzione della classica carta da regalo è sicuramente indice di cura del cliente e restituisce al contenuto l’originale aura del dono..sacchetto-farmacia
Un discreto total look declina al futuro il lavoro di squadra, generando pratiche condivise e competenze incrociate fra diversi staff.
Sulle shopper bio e sui sacchetti in carta da banco il visual richiama una quotidiana relazione fatta di consigli professionali.
L’architettura di un moderno store parla d’interazione, di agevoli esperienze-utente e di Graphic Design.
In un mondo di segni creati e continuamente ricollocati, una mela è un delizioso punto fermo che CREATIV M, l’agenzia di comunicazione di MOBIL M, ha colto per un’efficace branding.
La stampa UV tono su tono capeggiante da una Japa Risvoltata completa il suo richiamo visivo nella piacevole esperienza tattile dovuta all’effetto Soft Touch per una innovativa customer delight.
“Una mela al giorno toglie il medico di torno”, un segno grafico alla portata di tutti e capace di strappare un sorriso, distinguendosi per originalità nel frastagliato universo delle farmacie. Così è nato anche quel “consiglio al giorno” della tag-line che caratterizza tutte le comunicazioni instore e social della farmacia, dai colori vivaci e vitaminici, per un linguaggio dinamico e funzionale alle diverse aree merceologiche. E a farsi notare già dalla strada.

Gianluca Fedele