A Milano, in viale Fulvio Testi, ha aperto i battenti la prima FARMACIA BOOTS, catena di proprietà del colosso americano Walgreens Boots Alliance. che presenta il caratteristico LAYOUT degli store del brand.
Eccomi nei panni del cliente per testare il punto vendita con due tipologie di acquisto: uno dedicato alla cura e bellezza, l’altro mirato ad avere un’assistenza diretta dal dottore farmacista.
C’è parcheggio riservato.
Nelle due vetrine di fianco all’ingresso sono presenti 2 video che riproducono il logo della catena.
Varcata la soglia si presenta un ambiente molto ampio, rimango un attimo titubante, sono attratta dai numerosi articoli e mi voglio godere lo shopping prima di dirigermi al banco etico; subito il bodyguard mi accompagna al salva coda dove è presente una pila di cestini che sembrano invitare allo shopping.
Lo spazio espositivo della farmacia è di circa 200 mq e presenta un layout chiaro e lineare studiato per un percorso d’acquisto intuitivo e improntato sul self-service non sulla dispensazione del farmaco. Il classico banco farmaci e ricette è diciamo da “scoprire”, in un contesto così moderno mi sarei aspettata di trovare l’automazione e non le classiche file di cassettiere.
La comunicazione è semplice e leggibile: scritte blu in carattere minusculo più grandi per il primo livello e di misura inferiore per il secondo, posizionate sopra le gondole e illuminate in corrispondenza dei category. I prezzi inseriti nelle reglette sono chiari e facilmente individuabili.
Lungo il bancone sono presenti 5 postazioni cassa, gli acquisti ad impulso sono perlopiù legati all’OTC, espositi su classiche scalette e su piccoli scaffali di fianco a ogni cassa (Tachifludec, Benagol, Actigrip, Buscofenact, Vicks, Rinazina, Voltadol alcuni esempi).
Invitanti sono gli espositori effetto bancarella non molto grandi, quadrati, con il contenitore in vetro, dedicati alle offerte, con il prezzo ben in evidenza nella parte bassa della struttura, impossibile resistere agli acquisti da 1 € delle salviettine struccanti. Nel vasto reparto beauty molta enfasi giustamente è stata data alla private label No 7 con un corner shop in shop e postazione cassa dedicata. Il corner No 7 ha un’esposizione molto accattivante e coinvolgente nel proporre il cross selling, completa di descrizione prodotti e prezzi. Altri private label: Soap & Glory e Botanics hanno un loro spazio dedicato a scaffale, ben evidenziato.
Mi sarei aspettata comunque di trovare brand di make up diversi dal solito: Rimmel, Maybelline, Max Factor, L’Oreal e Clinique sono abituata a trovarli nei drugstore o in profumeria, forse è proprio con questa proposta più mass che si vuole cogliere l’occasione di acquisto.
Mentre curiosavo tra i prodotti Botanics, un responsabile in divisa Boots di colore blu, giovane e curato mi ha gentilmente edotto sulle caratteristiche naturali del marchio – formulati con erbe provenienti dai giardini botanici di Londra – e mi ha poi accompagnata al corner prodotti pelle mature (ho 55 anni ahimè) proponendomi una crema senza però lasciarmi campioncini in merito.
Recandomi al banco farmaci ho chiesto un prodotto per eliminare le verruche; nessuna domanda riguardo alla posizione della verruca, all’età del paziente, da quanto tempo fosse presente sul piede. Ho notato poca preparazione un po’ di freddezza e mancanza di empatia; mi sono stati proposti 2 tipologie di prodotto (uno da € 25 e l’altro da € 12) senza spiegarmi le differenze, le modalità di applicazione ne tantomeno l’utilizzo, solo commento sul prezzo.
Il punto vendita ricalca l’immagine di un beaty store (come daltronde è riportato nell’insegna: farmacia & beauty), dove si può trovare una vasta scelta di prodotti di dermo cosmesi, con offerte mirate. A prescindere da questo, a mio parere il cliente che entra per un farmaco deve comunque sentirsi a proprio agio, compreso nelle sue necessità e consigliato con professionalità. Quello che non deve mai mancare e deve rimanere una peculiarità della farmacia – almeno in Italia – sono il consiglio sul percorso di salute e benessere ed il rapporto di fiducia che si instaura tra farmacista e cliente/paziente.

Anche il nostro partner Mobil M parla di Boots.