innovazione creatività fumetto farmacia
Home » 21 Aprile, giornata mondiale dell’innovazione e della creatività: il fumetto in Farmacia

21 Aprile, giornata mondiale dell’innovazione e della creatività: il fumetto in Farmacia

  • 4 min read

Oggi è la giornata dedicata all’innovazione e alla creatività, ma perché celebrare questi valori?

Il ruolo della creatività è un valore prezioso per qualsiasi realtà, da quella individuale a quella più organizzata. Partendo dall’innovazione tecnologica, nella ricerca, per terminare con quella puramente artistica, l’innovazione è ciò che alimenta e permette al mondo di evolvere, di cambiare e di migliorare. E soprattutto nel contesto organizzativo, alla base di un successo, piccolo o grande che sia, vi è la necessità di cambiare, di rinnovare, di innovare e dunque di creare. Se non ci fosse un mutamento non ci sarebbe mai un avanzamento, e senza questa logica di base, un organismo organizzativo non potrebbe sopravvivere. Si tratta di risorse imprescindibili, e assolutamente strategiche, per creare nuove connessioni, per generare nuove possibilità, e nel senso meno lato del termine, di raggiungere obiettivi, di fare la differenza all’interno di un mercato, di raggiungere anche altri segmenti di pubblico, o di migliorare la relazione con quelli di riferimento.

What’s Now: spazio espositivo ultima chiamata

I tre values di Now Progetto Farmacia ‘aggiornare, innovare, evolvere’, esprimono proprio questo pensiero, un pensiero che si è concretizzato in molti progetti ed in altrettante iniziative. E a proposito di iniziative, cogliamo l’occasione per parlare di un recente progetto creativo  che si allinea perfettamente ai temi di questa giornata: ‘What’s Now: spazio espositivo ultima chiamata’, una miniserie di racconti sotto forma di  fumetto con cui  parliamo, anzi illustriamo, il nostro lavoro, il visual merchandising per le farmacie e la sua importanza. Siamo sempre stati alla ricerca di chiavi comunicative nuove e diverse, sia per parlare di noi, dei nostri progetti ma soprattutto per parlare ai nostri clienti: i farmacisti. Quella del fumetto rappresenta per noi una novità, una forma di innovazione e creatività che non avevamo ancora sperimentato.

Ma perché i fumetti?

Probabilmente perché permettono di raccontare una storia, e le storie sono un mezzo potentissimo per comunicare o anche solo per informare. Le storie ci riportano un po’ alle origini, ognuno di noi, ha vissuto e vive di storie, perché rendono più semplice la comprensione e l’accesso agli eventi, perché fa parte della natura stessa dell’uomo e ci permette di rapportarci con l’ambiente e con i nostri simili. Il fumetto poi, unisce il racconto alla forza dell’immagine. Talvolta non è tanto importante cosa si racconta ma come si racconta. E per raccontare la storia di una farmacia che cambia migliorandosi grazie a una figura misteriosa ed eroica – il visual merchandiser – il fumetto non può che rappresentare un media ottimale. Quello del fumetto è infatti un linguaggio particolare, affidando la narrazione a vignette, dialoghi e rappresentazioni che creano movimento e dinamicità in maniera naturale così la partecipazione e il coinvolgimento del farmacista appaiono più agevolati.

Grazie alla capacità dell’illustratore di dare vita a mondi, personaggi e attività, il disegno diventa reale e dà il via all’immaginazione. Perché crediamo nella sua efficacia? Perché a volte non è semplice descrivere a parole l’essenza di un lavoro che è poi un servizio dedicato alla farmacia; e forse perché, in un mondo che ogni giorno ci travolge con informazioni  anche contrastanti, il disegno, con la sua libertà e semplicità, appare più sincero e facile da comprendere anche per la farmacia.

Gli artisti: Marco Zambelli e Giulio Faggiani

La capacità di veicolare la storia in maniera precisa e puntuale non può però trascendere dalla bravura del vero protagonista, l’artista e la sua sensibilità. In questo caso, gli artisti che hanno dato forma e colore alla nostra mission sono stati due: Giulio Faggiani, disegnatore che si è occupato della realizzazione a matita del progetto, e Marco Zambelli, fumettista e illustratore che ha finalizzato e inchiostrato il progetto. Entrambe le due figure, provenienti dalla Scuola Internazionale di Comics, hanno lavorato per diversi importanti progetti di fumettistica e collaborato con figure altrettanto note del settore.

Vi lasciamo qui i link da cui potrete consultare le loro realizzazioni e il loro portfolio, da non perdere!

Seguici!