Home » Visual Merchandiser + Architetto d’interni

Visual Merchandiser + Architetto d’interni

  • 3 min read

Visual merchandiser + Architetto d’interni è la formula vincente per la farmacia che vuole rinnovare l’esposizione, aggiornarsi ed essere performante. Ancora oggi per un progetto di ristrutturazione in farmacia l’architetto d’interni non lavora in sinergia con il Visual Merchandiser. Ma perché?

Chi è il Visual Merchandiser (VM)?

Il VM di NOW Progetto Farmacia è un architetto che conosce “vita morte e miracoli” degli assortimenti della farmacia, lavora con il concetto di redditività al metro lineare, conosce l’organizzazione del lavoro dei farmacisti, è aggiornato sui nuovi prodotti – perché quasi sempre realizza di persona gli allestimenti in farmacia – ed ha ben chiaro il calendario delle attività di trade marketing per la farmacia.

Cosa fa il Visual Merchandiser?

Il VM di NOW inizia con l’analisi degli assortimenti; da una lettura analitica delle vendite e riesce a stimare il fabbisogno di metri lineari necessari all’esposizione dell’area a libero servizio. E’ il dato fondamentale da trasmettere all’architetto d’interni per iniziare a lavorare sull’architettura degli spazi espositivi.

Il lavoro congiunto VM + architetto d’interni inizia qui. Lavorare in sinergia significa identificare la corretta sequenza di Business Unit all’interno di un layout commerciale e la giusta collocazione espositiva degli assortimenti. Ciascuna Business Unit ha la propria logica di Visual Merchandising che dovrà soddisfare il cliente/paziente della farmacia.

Cosa significa Visual Merchandising?

“Esporre il prodotto giusto, al prezzo giusto, nel posto giusto, al momento giusto, nelle giuste quantità”.

L’Académie Francaise des Sciences commerciales definisce così il Visual Merchandising (letteralmente: “visualizzazione della merce”), cioè l’insieme di tecniche di merchandising e di azioni intraprese in un punto vendita per migliorare l’esposizione, favorire la vendita e soddisfare i bisogni della clientela.

E’ la sintesi ideale: il progetto di Visual Merchandising, elaborato dal VM, permetterà all’architetto d’interni di predisporre le strutture espositive più adatte alla collocazione dei prodotti. Queste saranno complete di tutti gli accessori utili ad ottenere la più efficace valorizzazione dei prodotti stessi.

Perché è realmente necessario un progetto di Visual Merchandising per la farmacia?

Per la farmacia è realmente necessario per avere un’esposizione coerente con il proprio target di clienti/pazienti, redditizia, quindi concepita anche per ripagare in tempi ridotti i costi sostenuti per la ristrutturazione. Deve anche permettere al farmacista di cogliere nuove opportunità completando la propria offerta merceologica anche con i servizi.

Se ne parla da anni, ma sono ancora poche le farmacie che lo applicano concretamente per creare esperienze d’acquisto e realizzare un vero retail per la salute.

La farmacia potrà fidelizzare la propria clientela e acquisirne di nuova solo se deciderà di accrescere il proprio vantaggio competitivo applicando in modo compiuto ed esteso le regole del Visual Merchandising.

Seguici!